Home Blog Riapertura e manutenzione della piscina: le linee guida per godersi l’estate al massimo!

Riapertura e manutenzione della piscina: le linee guida per godersi l’estate al massimo!

Sembra un miraggio, ma l’estate sta davvero arrivando! E quando le vacanze sono ancora troppo lontane e il caldo e lo stress cominciano a farsi sentire, non c’è niente di più rilassante di un bel tuffo in piscina, che sia la propria, di una spa o una struttura pubblica. La riapertura della piscina è un momento fondamentale non solo per curarne l’estetica, ma anche e soprattutto per igienizzarla e renderla un ambiente sicuro per la nostra salute.

E’ quindi importante occuparsi della manutenzione della piscina nel modo più appropriato.

Come? Ecco alcune linee guida:


  1. Svuotare la piscina: sembrerà banale, eppure è un’operazione centrale per poter pulire a fondo l’intera vasca. Secondo la normativa sanitaria attuale, le piscine non private devono essere svuotate e riempite con acqua nuova almeno una volta all’anno, mentre per le private il periodo può essere allungato ulteriormente, anche se rende difficoltose le operazioni di pulizia.
  2. Svuotare i cestelli degli skimmers: la funzione degli skimmer è proprio quella di asportare dall’acqua impurità e corpi estranei (insetti, foglie, carte, etc.), va da sé che ripulirli periodicamente impedisce che si formino ingorghi e fuoriuscite. Importante è controllare anche il cestello all’interno della pompa di aspirazione, ovviamente a pompa spenta.
  3. Controllare la pressione del filtro: ogni filtro ha impostazioni differenti, pertanto in questo caso bisogna fare riferimento al manuale d’uso e verificare periodicamente che la pressione si mantenga all’interno del range specificato. Nel caso in cui ci si accorga che la pressione è troppo alta, una soluzione semplice ma efficace è di eseguire un controlavaggio (nel caso di filtri a sabbia o diatomee) oppure una pulizia con acqua a pressione (per filtri a cartuccia o a calza, dopo averli smontati). In questo modo, il controlavaggio inverte il flusso all’interno del filtro e rimuove i corpi estranei, che vengono espulsi assieme all’acqua del controlavaggio stesso.
  4. Aspirare lo sporco sul fondo: è inevitabile che sul fondo della vasca si depositi del materiale, che deve essere prontamente eliminato. Esistono diversi sistemi sia automatici che manuali, ma una soluzione molto frequente è collegare un tubo flessibile galleggiante allo skimmer, sfruttando la forza aspirante e il filtro interno. In alternativa si possono utilizzare altri tipi di tubi, collegati a prese aspirafango e dotati di filtri autonomi.
  5. Spazzolare le pareti: spesso a livello dell’acqua si forma una riga scura che, oltre ad essere antiestetica, è il punto in cui si concentrano sporco e calcare. E’ preferibile rimuoverla almeno una volta a settimana, utilizzando prodotti specifici come PULITORE BORDO VASCA, oppure DECAP, anticalcare per un’azione più strong in caso di incrostazioni.


L'ultimo suggerimento è anche il più importante: utilizzate i prodotti chimici con attenzione. Nella manutenzione della piscina vengono usati diversi tipi di prodotti chimici, che, se applicati con modalità o dosaggi sbagliati, possono danneggiare in maniera significativa la vasca e gli strumenti ad essa collegati, ma soprattutto la nostra salute!

Proprio per questo motivo, GreenEasy ha sviluppato una linea di prodotti specificatamente dedicata alla cura della piscina e ha formato una squadra tecnica di esperti in grado di fornire assistenza per la soluzione di qualunque vostro problema o dubbio.

Adesso siete davvero pronti per godervi la vostra piscina. Buona estate!

Condividi